CLICCA SU QUESTO BANNER PER FARE I TUOI ACQUISTI E AIUTI I MICI DI IS PISITTUS

Condizioni per l'adozione


I mici che diamo in adozione sono il frutto di tanti sacrifici e altrettante soddisfazioni. La cosa più importante è scegliere per loro la famiglia più adatta.

La condizione principale per adottare uno di loro è la firma del nostro modulo di adozione, che prevede:

  • colloquio pre affido: una nostra volontaria verrà a casa vostra per fare una chicchierata con voi in modo da conoscerci reciprocamente, conoscere l'ambiente in cui il micio dovrà vivere e discutere dell'adozione, nonché valutare le condizioni di sicurezza di eventuali giardini e/o cortili. Vi verranno dati dei consigli sulla gestione del micio, sull'inserimento con altri animali residenti, sull'alimentazione e tanto altro.
  • colloquio post affido: niente di più che una chiacchierata a casa vostra per salutare il nostro a-micio, in cui valuteremo se le condizioni del modulo siano state rispettate. Non si tratta di colloqui a cadenza regolare ma ci fa piacere mantenere i contatti con l'adottante nel tempo.
  • vita in casa: i nostri mici devono vivere in casa come membri integranti della famiglia, viziati e coccolati in tutte le occasioni. Non accettiamo adozioni esclusive in giardino o in terrazza. Se avete un piccolo giardino o cortile in TOTALE sicurezza (ovvero senza la possibilità di accesso alla strada) valuteremo caso per caso l'eventualità che il micio possa trascorrere qualche ora del giorno all'aria aperta. La presenza di uno spazio aperto in cui il gatto possa divertirsi per qualche ora ed esprimere la sua natura è un valore aggiunto all'adozione ma solo ed esclusivamente se questo non influisce sulla sua sicurezza ed incolumità. Verranno esclusi i giardini a ridosso di strade e non adeguatamente recintati.
  • sterilizzazione obbligatoria entro i 6 mesi: questo punto è il fulcro del nostro lavoro. La sterilizzazione è necessaria sia per i maschi che per le femmine, senza possibilità di scelta. E' indispensabile per contenere le nascite, scongiurare fughe e incidenti e limitare il rischio dell'insorgenza di tumori mammari e uterini nelle femmine.
  • profilassi medica di base: i mici dovranno essere mantenuti in condizioni igieniche adeguate, dovranno essere vaccinati secondo le indicazioni del medico veterinario curante e curati TEMPESTIVAMENTE per qualunque problema fisico si presenti nel tempo.

    Possono sembrare tanti paletti ma vi renderete conto che si tratta soltanto di buon senso! Se ami il tuo gatto allora sei d'accordo con noi :)

    30 commenti:

    1. i miei gatti stanno in giardino e non hanno vizi per quanto riguarda il cibo e sono coccolati e trattati bene ugualmente!!!!

      RispondiElimina
    2. Siamo molto felici per i tuoi gatti! Quando si tratta di affidarne di nostri abbiamo requisiti differenti in quanto abbiamo delle responsabilità per la loro sicurezza. Non possiamo prenderci il rischio che un gatto venga investito da una macchina o magari avvelenato da un vicino di casa.

      RispondiElimina
      Risposte
      1. SACROSANTO! BENE E BRAVI!

        Elimina
      2. ti gatti sono animali liberi..io ho sempre vissuto in case col giardino e tenerli rintanati in casa tutto il giorno è veramente difficile in quanto il gatto trova sempre il modo di scappare..io non capisco...non sono cani!!

        Elimina
    3. Scusate, in che senso avete delle responsabilità? Non sarebbe meglio dire che decidete arbitrariamente di privare il gatto del suo istinto naturale, che è quello di andare in giro, e magari anche sparire di casa per qualche giorno, e agire da (adorabile) predatore qual'è? Certo ci sono dei rischi... ma sono gli stessi rischi che noi corriamo quando ci mettiamo al volante per VIVERE (raggiungere amici, vedere dei posti). Dovremmo quindi restare tappati al sicuro della nostra casa, noi e i nostri gatti? Ridicolo...i gatti sanno attraversare una strada con più tempismo e buonsenso di molti umani.

      RispondiElimina
      Risposte
      1. I gatti NON SANNO attraversare la strada, il loro istinto primordiale, sviluppato in decine di migliaia di anni, non integra il traffico delle auto, non sono in grado di calcolare i tempi nè di evitare, purtroppo spesso, di essere investiti.

        Elimina
      2. Ma perchè si continua a paragonare il gatto a un essere umano? Hai mai visto un gatto in mezzo alla strada quando vede un auto? SE fa in tempo ad accorgersi, il 90% delle volte resta paralizzato in mezzo alla carreggiata e viene investito.

        Elimina
    4. magomerlano ti ringraziamo per il tuo contributo. Queste sono le condizioni per l'adozione dei nostri gatti, se cerchi un micio da fare uscire in ambienti pericolosi e senza alcun controllo sicuramente non avrai problemi a trovarlo, altrove.

      RispondiElimina
    5. Secondo me non è giusto che i gattini debbano essere tutti sterilizzati.. se io prendo una gattina, questa fa i cuccioli e io ho il desiderio di tenerli non vedo che problema c'è.

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Se hai la possibilità di tenere tutti i gattini con te probabilmente non c'è nessun problema ma cosa faresti poi con i cuccioli? Ovviamente si riprodurranno tra di loro e diventeranno tantissimi (a patto che qualcuno sopravviva ai problemi che potrebbe creare un incesto). A quel punto? Dovresti sterilizzarli tutti o tenerti decine e decine di gatti. Non sarebbe meglio sterilizzare la gattina e poi, se lo desideri, adottattare dei gattini sfortunati? I nostri mici devono essere tutti necessariamente sterilizzati, senza condizioni.

        Elimina
      2. Giusto, non ci avevo pensato :)

        Elimina
    6. Secondo me quelli che mettete voi non sono "paletti", sono doveri che ogni umano ha nei confronti del proprio micio. Io ho un gatto di 17 anni (è un po' malandato, ha perso quasi tutti i denti), ma nel complesso sta benone: si fa coccolare, mangia (aggiungerei come un vitello), beve. Lo facevo uscire nel poggiolo quand'era più giovane ma perchè lo desiderava lui (guardava i picciolni ;D). Ora che non lo chiede più non lo faccio uscire. Cibo, ha sempre mangiato quello in scatola (solo quelle che voleva lui), ora da vecchio però mangia anche cose nostre (tipo polenta, formaggio, pasta) in piccole quantità e mai calde. Secondo la vostra esperienza, è sintomo di malattia? Scusate se mi sono intromessa, ma volevo condividere la mia esperienza.

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Ciao Monica, non penso sai :) I mici cambiano spesso gusti nell'alimentazione, se il micio non manifesta dei sintomi fisici non mi preoccuperei :) auguri per il vecchietto!

        Elimina
      2. SINCERAMENTE SAPERE KE QUALCUNO A PERIODI VENGA IN CASA MIA A VIOLARE LA MIA PRIVACY MI FA PASSARE LA VOGLIA DI ADOTATRE UN MICIO AVEVO IDEA DI ADOTTARNE UNO DI QUALKE RIFUGIO MA SE IL GATTOE MIOE MIO NESSUNO DEVE VENIRE A CONTROLLARE EFARE A TIOPO CARABINIERE IL COLLOQUI PRE E POST AFIDO SI MA VISITE FISSE ZERO,

        Elimina
      3. Puoi gentilmente indicarmi dove hai letto che "QUALCUNO A PERIODI VENGA IN CASA MIA A VIOLARE LA MIA PRIVACY" ? Chi ha mai parlato di visite fisse? Grazie :)

        Elimina
    7. cari volontari, con la risposta di anonimo del 18/4 avete la conferma di quanto sia importante continuare a chiedere quel minimo di vigilanza sui mici dati in adozione. Chi li ama veramente non si farebbe nessun problema a far entrare in casa propria i volontari, potrebbe scroccare loro qualche consiglio in più o far vedere orgogliosi i progressi del micio. Vi prego di continuare. Grazie. E Anonimo prego anche te davvero di non prendere nessun gatto in affido, non sei in grado...fattene una ragione.

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Siamo considerate (e direi meno male!) le volontarie più "severe" e pignole della nostra zona. Sai quante persone ci dicono: "A queste condizioni è ovvio che siate sempre piene di gatti". Per noi non c'è nessun problema ;) Abbiamo la pazienza di cercare persone per bene, che si impegnino a garantire il meglio all'animale che gli diamo in affido. L'80% dei nostri adottanti sono poi diventati nostri buoni amici e ci sentiamo praticamente un giorno sì e uno no, con la restante parte abbiamo comunque il piacere di tenerci aggiornati sulla salute dei mici e sui loro progressi. Non daremmo mai in affido un essere vivente a chi si pone in questo modo con noi :)

        Elimina
    8. Senza bisogno di essere dura conchi non capisce il senso dei controlli pre/post affido: Il problema è che di gente SCIROCCATA in giro ce n'è tanta, a cominciare da quelli che dopo 3 mesi si stufano e rimandano indietro l'animale (che subisce così un grosso trauma), ma c'è anche di peggio. Motivo per cui bisogna PER FORZA controllare per evitare maltrattamenti ed abusi: sapete quanti cercano di procurarsi animali dai canili per venderli alle cliniche/laboratori x la vivisezione? Per non parlare della piaga delle lotte dei cani, che richiedono cagne da usare come fattrici e animali di piccola taglia per iniziare l'addestramento... Bisogna controllare per forza! IO per ora faccio da balia a 3 gattini non miei e la proprietaria mi chiama spesso, prima ci sentivamo tutti i giorni, e io capisco il suo desiderio di sapere come stanno; credo che quando lei troverà loro una casa anch'io vorrò sapere come stanno, ma non per essere invadente, solo perché pur non volendo mi ci sono affezionata. Basta usare un po' di maniere e spiegarsi per non risultare invadenti!!

      RispondiElimina
    9. La storia di Banzai inizia circa 3 anni fa e ve la vogliamo raccontare tutta, fiduciose che avrete la pazienza di leggerla fino in fondo. All'epoca era un bel gattone di strada, certo la notte aveva freddo e il cibo non sempre sufficiente ma alla fine ma lui era giovane e forte e tutto sommato non stava poi così male. Una notte d'inverno viene investito e ovviamente lasciato sulla strada. E' rimasto lì, immobile per giorni, prima che qualcuno si accorgesse che era ancora vivo. Quando è stato soccorso le carni lacerate puzzavano di cadavere, le ferite erano infette e una zampa ormai in cancrena. Portato dal veterinario viene suggerita la soppressione. La persona che lo aveva soccorso non può accettare questa possibilità e quindi decide di provare a curarlo. Il gatto viene operato (male!) e la zampa amputata. Il micio dopo qualche giorno di degenza è pronto per andare a casa. A CASA??? “Ma io non posso portarlo a casa” dice la sua salvatrice! “Io ho già questo e quello e poi lui ha bisogno di cure. Io lavoro, c'ho il fidanzato, non c'ho tempo. No, no io proprio non posso prenderlo con me, gli cercherò un bel posto che possa accoglierlo” Così Banzai finisce a Borgo Hermada...e qui entriamo in gioco noi che ci attiviamo subito per trovargli una casa. Ma la cosa è più complicata del previsto...la sua salvatrice ci ripensa e forse vuole riprenderlo...lo porta a casa MA dopo qualche giorno lo riporta al gattile (ce vole una pazienza con certa gente!). Ripartiamo con foto e appelli e facciamo i test e risulta pure positivo alla FIV. Troviamo una persona disposto ad adottarlo nonostante la FIV ma nel frattempo aveva contratto la tigna...ok, ricominciamo da capo! Passano i mesi e alla fine arriva la tanto agognata adozione. Banzai lascia il rifugio e arriva a casina. Mangia pappe buone, dorme sul divano, ha tanti amici pelosi e vissero tutti felici e contenti...e invece no! Due settimane fa ci chiama l'adottante, devono lasciare la casa, Banzai non lo porteranno con loro. E allora siamo di nuovo qui perché Banzai, il gatto che non si arrende mai, ha fiducia che un'altra porta si aprirà. Banzai ha 6 anni, è tripode, FIV+, castrato. Convive senza problemi con i cani. Lo affidiamo in tutto il centro nord con controlli pre-post affido e firma moduli di adozione. Non si accettano richieste di adozione per conto terzi. Per info e adozione Isabella D'Onofrio 3474827380 – Mizzy Serangeli 3280533190 angelia4zampe@hotmail.it – catorci.rescue@hotmail.it
      per provare che non mento: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=652502494775982&set=a.652502401442658.1073741968.531842390175327&type=1&theater

      RispondiElimina
    10. ciao.. vorrei capire se posso adottare uno dei vostri gatti... ho un gatto trovato ad agosto scorso sotto una roulotte...era ridotto malissimo adesso è uno splendore! ha 12 mesi, ha fatto le vaccinazioni e dovrà farne ancora, è castrato (ma non ha perso completamente lo stimolo) e credo sarebbe molto felice di avere compagnia... adora miagolare con il gatto della vicina, ma non si incontrano mai perché "hanno orari diversi di uscita".. io lavoro, esco alle 7:30, torno alle 18:30 e, dopo la dose di coccole, lui esce sul terrazzo e si fa un giretto anche per un paio di rampe di scale.. il palazzo è enorme, ha molte scale e per arrivare alla strada ce ne vuole! è un gatto amatissimo da tutta la famiglia, è molto dolce e coccolone e, come ogni gatto, la notte attenta ai nostri piedi :-D sta benissimo insomma! ah mangia mezza bustina di umido al mattino e poi si gestisce le sue crocchette quotidiane..."la marca" l'ha scelta lui! qualità standard insomma, ma preferisco che mangi ciò che gli piace visto che sta bene.. ogni tanto ci scappa un po' di prosciutto che adora e un po' di carne trita, ma devo dire che non ama il nostro cibo infatti ha una linea splendida :-D pur non amando il nostro cibo vorrebbe stare con noi a tavola, sulla tavola ovviamente...così giusto per stare con noi...qualche volta lo accontentiamo ;-) ....dopo tutto sto scrivere...quello che volevo sapere... ce li abbiamo i requisiti o no?? ho visto due gattine bellissime, anche se non so se posso avere una femmina visto che pur castrato ogni tanto ha lo stimolo... vabbè fatemi sapè...grazie!

      RispondiElimina
    11. Ciao! Se vuoi discuterne sarebbe meglio che ci scrivessi una mail perchè ogni tanto ci perdiamo i commenti nel blog :) info@coloniafelinaispisittus.com oppure un messaggio privato sulla nostra pagina Facebook: www.facebook.com/ColoniaIsPisittus
      Magari scrivimi il tuo nome così lo ricollego a questo messaggio :)

      RispondiElimina
    12. Ciao!
      Si può adottare anche dall'estreo? Avete contatti per i controlli pre- e post-affido?
      Grazie!

      RispondiElimina
    13. Ciao, purtroppo un'adozione all'estero è troppo fuori dalla nostra portata :( Non riusciremmo a seguire bene l'adozione e anche il viaggio sarebbe problematico.. ci spiace!

      RispondiElimina
    14. Grazie per la risposta :)
      Peccato! :( Mi ero innamorata di Dylan...

      RispondiElimina
    15. una curiosità: ma i gatti che portate nella colonia sono solo quelli che trovate in pessime condizioni oppure TUTTI i randagi che trovate in giro?

      RispondiElimina
      Risposte
      1. La colonia è un luogo che si trova all'aperto, in mezzo alla strada, ed è il luogo naturale in cui i gatti sono nati e vissuti fino al momento in cui non riusciamo a prendercene carico e ci occupiamo di loro. Le colonie sono spesso luoghi poco sicuri e pericolosi per loro. Quelli adottabili (ovvero che si adatterebbero bene in casa e non sono selvatici) vengono presi in stallo, curati e messi in adozione. Ovviamente parlo delle colonie di cui ci occupiamo noi (che sono attualmente due), non andiamo in giro per la città a cercare gatti randagi da "rapire" ;)

        Elimina
    16. Io rispetto la vostra politica, ma non la condivido..non la posso condividere perchè ho sempre cresciuto i miei gatti (sempre recuperati dalla strada, bidoni dell'immondizia, ecc) liberi di girare per le campagne e nessuno mai è morto sotto una macchina... non la posso condividere anche per una questione logistica perchè sarebbe impossibile isolare tutto il giardino da possibili "fughe"...

      "Possono sembrare tanti paletti ma vi renderete conto che si tratta soltanto di buon senso! Se ami il tuo gatto allora sei d'accordo con noi :)" ..... per favore non dite che se non sono d'accordo con voi non amo il mio gatto... penso sia molto più felice il mio che mangia bene, è sano, vaccinato e sterilizzato/castrato, che ha la possibilità di esplorare e cacciare, che non quello comprato a 700€ che vive in appartamento e non ha mai visto una lucertola!

      RispondiElimina
    17. Io sotto certi punti di vista posso anche capire le affermazioni di chi dice " eh ma io ho sempre avuto gatti che giravano per le campagne, non è mai morto nessuno e sono sempre tornati tutti a casa", ma terrei a ricordare che un conto è il gatto che gira in campagna, un altro è il gatto che gira in città o in zone molto vicine al traffico. Senza contare poi le possibilità che il gatto ha di incontrare persone poco raccomandabili che gli possano far del male. Io credo che se un padrone ha un pò di sale in zucca sa ben valutare quando e se far uscire il proprio gatto oltre il confine di casa. Sicuramente il minimo è farlo sterilizzare/castrare per i vari motivi di cui hanno abbondantemente parlato le volontarie.
      Per quanto riguarda i controlli pre e post affido, vorrei far notare a chi ha così tanta paura di loro, che le volontarie di una qualsiasi colonia non sono della finanza, ma semplicemente vanno ad accertarsi che tutto sia ok prima di affidare il micio e qualche mese dopo. Stop, non vanno a casa vostra tutte le settimane!!! Oltretutto se un micio dovesse finire nelle mani sbagliate (e per mani sbagliate intendo maltrattamenti) credo che chiunque vorrebbe vedere la volontaria intervenire. Giusto per citarvene una: mi è stato raccontato di un tizio che voleva un gattino per darlo da mangiare al suo serpente... e con questo ho detto tutto.
      Concludo dicendo che spesso tra chi adotta e le volontarie si instaura un buon rapporto d'amicizia, e posso confermarvelo perchè da poco ho adottato un gattino presso un'altra colonia. Alla fine i contatti sono tutto fuorchè una terribile costrizione ;)

      RispondiElimina
    18. ...perchè nessuno mi ha mai invitata a commentare qui???

      RispondiElimina